Il Ganoderma Lucidum nella cura dei tumori
09/09/2019
Assumere CURCUMA incece dell’aspirina per prevenire alcuni tipi di tumori
09/09/2019
Show all
Farmaci a base di curcumina sembrano essere particolarmente attivi nel debellare le cellule cancerose del tumore al seno. Lo studio
LM&SDP
Da anni, ormai, si cercano farmaci efficaci per combattere vari tipi di tumori e cancro. Le sostanze utilizzate e studiate sono molteplici, ma con molta probabilità, alla fine, si ritorna aprendere in considerazione anche gli antichi rimedi di origine naturale che la medicina millenaria da sempre usa come antitumorali.
E’ forse il paradosso della scienza: cercare e cercare chissà quale novità, quando, alla fine l’antica sapienza aveva già tutte le risposte che oggi noi uomini moderni cerchiamo.
Uno di questi esempi eclatanti deriva da uno studio condotto recentemente dall’Università di Louisville (Usa) nella cura contro il cancro al seno. Questa volta, la pianta esaminata è stata quella di curcuma, il cui rizoma contiene una sostanza anticancerogena: la curcumina.
Si tratta di un rimedio conosciuto già migliaia di anni fa dalle antiche popolazioni orientali, che lo sfruttavano, tra le altre cose, proprio a tale scopo. Oggi la curcuma si trova un po’ ovunque, in particolare nei negozi biologici e nei supermercati un po’ forniti. In alternativa, è bene sapere che è uno degli ingredienti principali del famoso Curry.
Dagli esperimenti condotti dal dottor Ramesh C. Gupta  e colleghi si è potuto constatare come la curcumina sia stata in grado di ridurre notevolmente le dimensioni del tumore negli animali da laboratorio e rallentare il tasso di riproduzione delle cellule cancerogene. Per arrivare a tali conclusioni sono state utilizzate delle capsule contenenti 200 milligrammi di polvere di curcumina. L’ingestione di capsule si è rilevata molto più attiva rispetto alla sola alimentazione a base di rizoma in polvere.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Cancer Prevention Research.

Terapia speziata, la curcuma riduce il cancro al seno ma non mangiandola

L’ingrediente del curry ha mostrato la sua efficacia in test su topi

11:57 – Un impianto realizzato con la curcuma, la spezia del curry che conferisce il tipico colore giallo, potrebbe aiutare a sconfiggere il cancro al seno. Il condimento ha mostrato di ridurre il tumore nei topi di circa un terzo e di rallentare la percentuale in cui le cellule isolate si riproducono. La ricerca è stata condotta presso la University of Louisville e pubblicata su Cancer Prevention Research.
a dieta non serve a nulla – Numerosi studi hanno già mostrato le proprietà anti-cancro della curcuma. Ma mangiare molto curry non è la soluzione perché la spezia si dissolve nello stomaco. Gli scienziati hanno “impacchettato” la polvere in micro capsule in grado di dissolversi. Ognuna è lunga 2 millimetri e contiene 200 milligrammi di polvere.

Gli esperti hanno poi impiantato due capsule in ogni topo e nutrito un altro gruppo con una dieta ricca della spezia. Durante i quattro mesi successivi hanno monitorato la crescita tumorale. I risultati hanno mostrato che l’alimentazione a base di curry non ha sortito alcun effetto.

Blocca la crescita – Al contrario, gli impianti “speziati” hanno ridotto la dimensione del tumore e rallentato la sua moltiplicazione. Fino a ora, il problema è stato raggiungere la sufficiente quantità di curcuma nel flusso sanguigno per ottenere un effetto rilevante. L’ipotesi degli scienziati è che l’ingrediente del curry viene blocchi gli effetti dell’ormone che alimenta la crescita delle cellule del cancro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *