Diventa capotribù e fa annullare 850 matrimoni di spose bambine, poi le rimanda a scuola

Sai perchè il silenzio è di vitale importanza per tutti noi?
30/12/2019
Dieta del riso e della mela: la dieta sprint per perdere 5kg in 7 giorni
31/12/2019
Show all

 

Gli eroi non indossano sempre un mantello e non sempre ricevono l’attenzione che meritano. Theresa Kachindamoto è una di loro.

Theresa è la più piccola di 12 figli e vive in un villaggio del Malawi.

Quando è diventata capotribù, ha deciso di proibire i matrimoni infantili e di far tornare le ragazze tra i banchi di scuola.

Il Malawi è uno dei paesi più poveri del mondo. Secondo un’indagine svolta nel 2012, più della metà della popolazione femminile si sposa prima dei 18 anni. Esistono numerose organizzazioni che cercano di dissuadere i genitori a far sposare le figlie così giovani, ma spesso, a causa della povertà, le famiglie credono di non avere altra scelta.

Theresa non si sarebbe mai aspettata di essere eletta. Viveva in un’altra città, aveva molti fratelli e sorelle più grandi, e cinque figli di cui prendersi cura. Ma la sua reputazione positiva l’ha fatta vincere. Le hanno detto che avrebbe dovuto accettare il lavoro, ‘volente o nolente’, ricorda Theresa.

Il matrimonio infantile è una pratica culturalmente accettata in quella regione e spesso si basa su forti compensi economici. Anche se è stata dichiarata illegale nel 2015, ma molti genitori continuano a dare il consenso.

Theresa era determinata a porre fine a tutto questo. Mentre viaggiava nella regione, ha incontrato una bambina di 12 anni con il marito e i figli.

“Ho detto loro: ‘che vi piaccia o no, questo matrimonio sarà annullato’”.

Theresa, a capo di un villaggio composto da più di 900mila persone, ha annullato 850 matrimoni di spose bambine e ha rimandato le ragazze a scuola.

Quando i genitori hanno iniziato a protestare, Theresa si è rifiutata di ascoltarli. Poiché a volte è difficile cambiare la mentalità delle persone, è bene cambiare le leggi.

Theresa ha stipulato un accordo insieme ad altri capitribù, abolendo i matrimoni tra adulti e bambini, e annullando quelli già esistenti.

Come si aspettava, i genitori hanno continuato a dare in sposa le proprie bambine.

Theresa ha licenziato i leader di quattro posti in cui i matrimoni erano ancora praticati.

Sebbene abbia ricevuto diverse minacce di morte, Theresa non ha paura di niente: “Non mi importa. Dico che possiamo parlarne, ma che queste bambine devono tornare a scuola” ha raccontato.

Theresa sta anche cercando un modo per sovvenzionare l’istruzione delle bambine quando i genitori non possono permetterselo.

“Istruire le bambine, istruire l’intera regione… istruire il mondo” ha spiegato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *