RICORDI ANCESTRALI – LA VOCE TONANTE
29/11/2018
“Scintille dall’Infinito” – i pensieri di Maria Corradi Pizzo
29/11/2018
Show all

RINASCITA
Cercando fra i vari pizzini, mi è venuta davanti una dichiarazione di salvatore paladino della sua
nuova Rinascita negli anni 1989-1990. La voglio pubblicare perché è molto enfatica e piena di
informazioni importanti sull’anima,sullo spirito e sul suo corpo fisico e psichico.
Giovanna Parisi.
RINASCITA. Anno 1989/1990
Mi ero isolato a Favignana,”una farfalla sul mare”. Ero andato li per morire secondo i parametri
medici,
per una LEUCEMIA LINFATICA ACUTA con linfonodi grossi quando briglie di vetro sparsi in
tutto il corpo,
specialmente su tutto il collo, le ascelle, linguine e con metastesi allo stato terminale.
Un mese di vita mi aveva dato un ”luminare della scienza medica”. Due anni di vita se avessi fatto
la chemio: ma serei morto lo stesso con dolori e sofferenze atroci. Alla faccia del cavolo cappuccio.
Nel silenzio totale nel periodo di dicembre – gennaio,dopo circa quaranta giorni di digiuno come lo
fece GESù nel deserto,mi sono interconnesso con la TRIADE SPIRITUALE – le tre onde di vita-
del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.Che arroventando la materia che scende in Maya
dinamicizzando gli atomi e la evolve. Dopo l’ arroventamento lo Spirito la feconda quindi avviene
l’aggregazione atomica che con AMORE unisce gli atomi. GAIA, la terra mi diede la vita, la pace,
la gioia che entrando in me, mi fecero dimenticare persino i miei figli perché in quel momento
erano un’unica cosa con me e con DIO. È stato come andare indietro nel tempo, come quando
bambino riuscivo a percepire la natura, ne sentivo il brusio, le cicale e i grilli che non c’erano più,
potevo risentirle, tutta la natura mi parlava. Poi non so come, dopo quattro ore di meditazione
profonda, quindi concentrazione, meditazione, contemplazione, samadhi. L’entropia il mio
disordine interno o il caos, si trasformò in ectopia l’ordine universale. Mentre seduto in posizione
del Loto sulla base della grande croce di Favignana, rivolto verso ovest al tramonto del sole, le
lucertole cominciavano a salirmi sopra le gambe e gli uccelli facevano corona con giri meravigliosi
sulla mia testa, mentre due turisti saliti fino in cima, a quella vista, in genoflissione,
dissero:”BUDDHA”, subito uno stormo di gabbiani bianchi spiccarono il volo verso ovest; verso
quel mare di luce dorata. In quell’istante capii che mi ero di nuovo riconnesso alla VITA. Ero
guarito dalla LEUCEMIA. Senza nessuna tecnica naturale. Il mio sistema immunitario ha ricevuto
l’informazione per la ristrutturazione del tempio di DIO. La mia anima tempio dello Spirito: la
Personalità- mentale ed astrale. Questo spirito è legato al corpo fisico attraverso la ghiandola
cardiaca “timo”. Fu allora che il mio corpo psico–fisico risorse a nuova vita.

Salvatore Paladino

****************************************Abbiamo ritrovato anche una poesia nel vecchio baule.

Rinascita
Vieni più vicino, ascolta,
Tu che piangi in segreto;
Risorgi oh Anima
Dalla polvere Eterna.
Perché t’affanni, uomo fratello,
preparati a rimanere nudo
e se sei pazzo abbastanza
segui la voce della solitudine.
Per molteplici vie
LUI parla ad un ignoto
Attraverso voci dall’Infinito.
Così nasce il fiore del mondo
Come una semenza,
Nel tuo cuore che
E’ il tuo tesoro.
Viene più vicino, ascolta!
Che vedi? Vedo:
Un Maestro, un discepolo,
Uno stormo di gabbiani bianchi
In un mare di luce dorata.

(nel tempo dei miei ricordi)
Salvatore Paladino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *